post

Ancora un successo per le granatine: Catanzaro ko a domicilio

La Todis Salerno ’92 vince anche in casa dell’Edilizia Innovativa Catanzaro e balza da sola in vetta alla classifica. Al PalaGallo finisce 36-65 per le granatine, che restano imbattute – con cinque vittorie in altrettante gare – e si preparano ad affrontare tra le mura amiche la Nuova Matteotti Corato sabato prossimo. Il recupero sul campo della Lowengrube Taranto invece, inizialmente fissato per il 14 aprile, va verso un nuovo slittamento. Rinviati anche altri due match della 6^ giornata (Battipaglia-Taranto e Corato-Capri).

LA PARTITA. Coach Russo inizia col quintetto composto da Duran, De Mitri, Valerio, Cragnolino e Van Der Linden. Apre le marcature De Mitri al termine di una bella azione corale. Poi quasi 3’ senza canestri: Valerio segna e prende fallo, ma Egwoh accorcia. Salerno difende bene e trova l’imbucata con Van der Linden (2-9 a metà primo quarto), ma anche qualche disattenzione di troppo che consente alle calabresi di restare in partita. Russo inizia a ruotare; Orchi fa +7 a 2’:30” dalla prima interruzione, De Mitri mette la tripla del +10, ma Codispoti rimedia. Col contributo di Aceredo è di 9-17 il primo parziale in favore di Salerno. L’uruguaiana segna anche ad inizio secondo periodo, la Todis allunga a +14, ma le locali rosicchiano subito cinque punti ancora con Codispoti. Qualche minuto di pausa, poi la difesa campana torna ermetica e l’attacco ricomincia a correre: la bomba di De Mitri, Orchi e Scolpini fanno +19 (14-33) e nei successivi 2’:40” c’è solo il libero di Diop a puntellare sul 15-33 il punteggio di metà partita. Arrembante il rientro sul parquet di Catanzaro, un po’ più spenta la Todis. Russo chiede di alzare i ritmi offensivi, ma viene ascoltato a sprazzi; al 26’ è 22-37. Un timeout scuote le granatine solo momentaneamente, perché dal potenziale +22 Salerno finisce col chiudere sul 30-43 alla mezzora. Egwoh fa -11 alla ripresa, però Orchi e Valerio orchestrano il rilancio, Duran e l’esordiente Basile lo arricchiscono: +22 a 4’:30” dalla fine (36-58). La compagine di patron Somma torna aggressiva e non lascia altro alle catanzaresi, peraltro spendendo solo due falli nell’intero ultimo quarto. Felice anche l’impatto della giovane Ghiran, anche lei alla prima in maglia Todis. Il finale è di 36-65.

“Sono soddisfatto della prestazione, non era una partita facile. – commenta coach Aldo Russo – Abbiamo iniziato bene contro i cambi sistematici di Catanzaro che ha confermato il suo miglioramento. Le mie giocatrici sono state brave ad approcciare, ma non ad avere quella continuità nel nostro modo di giocare. Avevo attivato la sentinella alla vigilia e mi ero raccomandato: era la prima trasferta lunga, da giocare col piglio giusto, quindi sono contento dell’attenzione e della capacità di reagire a un momento negativo, un po’ meno del fatto che non siamo stati continui. Ci lavoreremo in settimana, ovviamente. Resettiamo anche questa e procediamo sempre un passo per volta, alla ricerca dei necessari miglioramenti”. Menzione speciale per le under: “Grazie alla loro energie siamo riusciti a mantenere un livello alto nel finale, frutto di quel che fanno in settimana, che va condiviso anche con le altre giovanissime che non erano convocate”.

TABELLINO   –   EDILIZIA INNOVATIVA CATANZARO-TODIS SALERNO 36-65 (9-17; 15-33; 30-43)

CATANZARO: Diop 11, Egwoh 7, Isabella 2, A. Montebello, Codispoti 11, Alfano, M. Montebello, Gagliardi 1, Lorusso, Bellassi, De Rossi, Trotta. All: Astorino.

SALERNO: Basile 5, Golemi, Valerio 10, Orchi 13, De Mitri 14, Cragnolino 6, Sestito, Van der Linden 2, Aceredo 5, Duran 8, Ghiran, Scolpini 2. All: A.Russo.

Arbitri: Greco-Tolomeo

post

Tre partite in sette giorni: si parte da Catanzaro

C’è un mini-ciclo di tre partite in sette giorni ad attendere la Todis Salerno ’92: sabato 10 aprile la trasferta di Catanzaro, mercoledì 14 il recupero a Taranto e poi il 17 tra le mura amiche il match contro Corato. Le granatine ci arrivano dopo aver agganciato il primato in classifica – condiviso con la JustMary Capri che, però, ha giocato una partita in più – e con la carica del lavoro svolto in palestra dopo i due giorni di riposo concessi dallo staff tecnico per le festività pasquali.

Viaggi insidiosi all’orizzonte. Il primo è sempre quello più importante. Sabato la Todis farà visita all’Edilizia Innovativa Catanzaro per cercare di continuare sulla proficua strada intrapresa: palla a due al PalaCorvo del capoluogo calabrese alle 18:30, con la direzione arbitrale dei signori Gianmarco Greco e Alessio Tolomeo di Catanzaro. L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook “Us Catanzaro Centro Basket 1996”. Le padrone di casa – tra loro anche le ex di turno Salimata Diop e Anna Trotta – hanno vinto solo una delle cinque partite disputate finora, l’ultima in ordine di tempo contro l’Azzurra Cercola. “Ma questo successo è arrivato con grande energia: Catanzaro è partita un po’ in sordina, però ora sta venendo fuori. È una squadra giovane, sono convinto che potrà essere molto competitiva e dire la sua soprattutto in casa. – ammonisce coach Aldo Russo – È la nostra prima trasferta lunga e dovremo essere bravi a ripartire, perché è vero che veniamo dall’importante successo sul campo di Capri ma anche dalla pausa di Pasqua. Bisogna riprendere quanto di buono fatto finora, continuando a migliorare. Ragioniamo sempre una partita per volta, senza tralasciare nulla dei nostri schemi e dell’avversario di turno, per cui nutriamo grande rispetto. Occorrerà avere il giusto approccio”.

post

Granatine super: Capri ko a domicilio e vetta agganciata

Solo un altro piccolo mattoncino, che però pesa più dei primi tre. Il muro non c’è ancora, ma la Todis Salerno ’92 sì: è un gruppo, si muove bene, si aiuta a vicenda e… vince. Nel turno infrasettimanale le granatine hanno espugnato il PalaVesuvio di Ponticelli – difficilissimo campo di casa della JustMary Capri – ed agganciano in vetta alla classifica proprio le isolane a quota 8 punti, con una gara ancora da recuperare: 56-62 il finale in favore di Salerno, che resta dunque unica squadra imbattuta del girone.

È stata la vittoria soprattutto della difesa. Cuore grande, caldo, e mente freddissima per le ragazze guidate da Aldo Russo. Soprattutto nell’ultimo quarto, decisivo per la capacità di restare attaccate ad una partita combattuta e piena di rovesciamenti. Il coach aveva chiesto proprio questo alla vigilia. Alla mezzora, infatti, Capri era riuscita a mettere il naso avanti, anche se di poco (41-40): la Todis è stata brava a non disunirsi e a pigiare ancor più sull’acceleratore, trovando energie nel serbatoio per contenere con lucidità e poi ripartire. Lo scatto era stato perentorio, importante, quasi sfrontato nel primo quarto (5-13): una grande attenzione difensiva, al cospetto di giocatrici esperte e dall’indiscutibile qualità come Gallo (comunque top scorer dell’incontro con 25 punti), Maggi e Rios, ha consentito alla Todis di arrivare a metà gara sul +7 e con soli venti punti subiti. Nel terzo quarto, come detto, c’è stato il prevedibile rientro delle padrone di casa: Capri ha alzato voce e ritmi, Salerno però ha tenuto e non si è arresa. Meritato e sudato il successo conquistato, cha fa morale e accresce la consapevolezza di essere prima di tutto un gruppo unito.

“Sono felicissimo, faccio i complimenti alle ragazze per la capacità di soffrire e rispettare il piano partita che hanno mostrato. Non era facile tenere Capri su percentuali di realizzazione così basse nella prima metà. Significa che abbiamo interpretato benissimo la partita, abbiamo fatto quello che volevamo e che dovevamo per centrare l’impresa. – ha detto coach Aldo Russo – Siamo partiti bene, abbiamo sofferto il rientro di Capri, ce lo aspettavamo ed eravamo pronti a dover resistere contro gli up and down. Era importante l’aspetto mentale e la voglia di giocare da squadra. Non è un caso che abbiamo vinto la partita credendo ancora nella difesa negli ultimi tre possessi. Ora ci godiamo questo successo e ci prendiamo le festività di Pasqua, dopodiché sarà reset totale per ripartire e continuare a migliorare”. Le granatine si alleneranno venerdì 2 aprile, poi usufruiranno di quarantotto ore per ricaricare le batterie e torneranno in palestra martedì 6 per preparare la successiva trasferta di Catanzaro (10 aprile).

TABELLINO   –   JUSTMARY CAPRI-TODIS SALERNO 56-62 (5-13; 20-27; 41-40)

CAPRI: David 7, Rios 6, La Piccirella, Shaxon 10, Porcu, Gallo 25, Maggi 8, Falanga, Farace, Ottaiano. All: Falbo.

SALERNO: Valerio 15, Orchi 8, De Mitri 9, Cragnolino 12, Mancuso, Sestito 3, Martella, Van der Linden 1, Aceredo 2, Duran 12, Scolpini, Ghiran. All: Russo.

Arbitri: Del Gaudio-Gensini