post

Finale playoff regionale, domani gara2: “Solidità e lucidità”

La Todis Salerno ’92 è pronta ad ospitare la Omeps Agrivit Afora Battipaglia al PalaSilvestri del rione Matierno: c’è gara2 della finale regionale playoff di Serie B femminile alle porte e per le granatine di patron Angela Somma, dopo il successo di sabato al PalaZauli in gara1 (64-71), sarà un’occasione importante.

Palla a due domani sera – giovedì 12 maggio – alle 20:30, con direzione di gara dei signori Mauro Sacco di Salerno e Antonio Savarese di Sant’Anastasia. La partita sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook “Salerno Basket ’92”, ma Camilla Valerio e compagne attendono il sostegno del pubblico: l’ingresso, come di consueto, sarà gratuito fino ad esaurimento posti (con obbligo di mantenere mascherina ffp2 sugli spalti). Una vittoria proietterebbe le granatine alle finali nazionali in uno step successivo del lungo percorso per guadagnare la promozione in A2, mentre una sconfitta riaprirebbe i giochi, rimandando tutto all’eventuale (e a quel punto decisiva) gara3 sul parquet battipagliese, sabato 14 alle 20. Per non arrivarci, serviranno “solidità e lucidità”. È il diktat di coach Aldo Russo, che ha catechizzato a dovere le sue atlete dopo la bella vittoria in rimonta della precedente partita.

“Vogliamo giocarci le nostre carte, abbiamo ribaltato il fattore campo e ora dobbiamo essere consapevoli e concentrate, sapendo che Battipaglia darà il tutto per tutto – le parole prepartita dell’allenatore – Il match si giocherà su fattori tecnico tattici, perché in una finale playoff ci si aspettano adattamenti consequenziali al fatto che le squadre si conoscono, ma anche sull’energia e su quelle piccole cose che saranno fondamentali in una gara2 che ci vede con una chance importante all’orizzonte. Bisogna essere pronti a soffrire, restando tutti uniti come già fatto a Battipaglia, dove abbiamo recuperato col piglio giusto i primi due quarti. Le partite durano 40’, occorrerà sviluppare il game plan che ci siamo prefissati e sapere che terzo e quarto periodo disputati a Battipaglia ci hanno detto che possiamo dire la nostra. Sarà una partita spigolosa, ci aspettiamo un arbitraggio che – come in gara1 – influisca poco e non faccia innervosire le parti. E poi, spero vivamente in un PalaSilvestri gremito a sostenere queste ragazze e la società che meritano tanto, visti tutti gli sforzi che stanno profondendo”.

post

Gara1 è della Todis: “Ma non abbiamo fatto nulla, resettiamo”

Vittoria in gara1 di finale regionale playoff per la Todis Salerno ’92, che sbanca il PalaZauli di Battipaglia e batte le padrone di casa dell’Omeps Agrivit Afora 64-71 al termine di una partita gagliarda, in cui ha saputo soffrire. Giovedì al PalaSilvestri si giocherà gara 2: le granatine avranno la possibilità di chiudere la serie in casa, per poi accedere ai concentramenti interregionali, ma non sarà facile contro una compagine forte e che si è anche rinforzata tanto.

LA PARTITA. Sblocca dopo un minuto Milani da tre, Salerno risponde con un tiro dalla media di Datsko. Logoh da una parte e Opacic dall’altra muovono il punteggio, ma Milani da tre e De Feo in contropiede consentono a Battipaglia un mini parziale di 5-0. Coach Russo chiede il minuto sul 10-4. Dall’altra parte coach Di Pace getta nella mischia anche l’ultima arrivata, Bona, giocatrice di A1 (ed ex di turno) che patron Rossini ha ingaggiato appositamente per questa finale. Datsko distribuisce assist, Scala e Valerio trasformano: -1 Salerno a due e mezzo dal primo intervallo (12-11). Battipaglia però accelera e piazza il break di 9-0 fino alla prima interruzione (20-11). Si torna sul parquet con un buon impatto di Voloshyna, ma la mano dell’altra new entry battipagliese, Mazza, è calda. Le padrone di casa vanno a +10 a metà secondo periodo (27-17). Si prosegue su questo scarto anche grazie alle percentuali alte da tre di Battipaglia e all’intervallo lungo è 38-26. Al rientro in campo Salerno cancella il massimo scarto di -13, è più aggressiva e sale a -5 grazie alla tripla di Datsko e ai 5 punti di De Mitri (41-36) dopo 3’. Lo show dell’ucraina continua: altra bomba e -3 Salerno, prima che Bona faccia valere ancora la sua esperienza per il 43-39 del 24’. Ma le granatine difendono alla grande e arrivano a mettere il muso avanti, prima con la scatenata De Mitri dalla lunetta e poi con Orchi (43-44) a 3’:40” dalla mezzora. Un minuto e la 7 granata fa +3, prontamente pareggiata da Battipaglia: 46-46 a due giri di lancette dalla fine del terzo periodo. Qualche errore di troppo da una parte e dall’altra, poi Scala tiene fede al suo cognome, sale in alto e con due azioni da applausi porta la Todis sul 46-49 all’ultima pausa. Ad inizio quarto periodo le rosa sono ancora annebbiate e Salerno sciupa un po’ sotto canestro; la tripla di Lombardi fa rimettere il muso avanti alle locali (51-50 al 32’). Datsko si esalta e si carica la squadra sulle spalle, non solo realizzando in contropiede; segnano ancora Valerio ed Orchi con le ospiti che hanno la dinamite negli occhi e salgono a +5 (51-56) a 6’:33” dalla fine. Sale in cattedra l’ex Viterbo, cattivissima a rimbalzo: conquista pure un fallo con canestro per una giocata che vale il +10 (53-63) a metà ultimo quarto. De Feo accorcia da fuori, Opacic risponde da leader nel pitturato ed è finale infuocato. Mazza fa 60-67 a 2’:30” dalla fine, ma le ragazze di Russo tirano ancora fuori personalità, carisma, sicurezza ed anche una bellissima pallacanestro, espugnando un campo sempre molto difficile.

“Non abbiamo fatto nulla – ammonisce coach Russo – Abbiamo vinto gara1 ribaltando i primi due quarti giocati in modo farraginoso, senza sviluppare il nostro piano gara. Aumentando l’aggressività abbiamo trovato fiducia nei canestri. Giocare a ritmo basso una finale può condizionarti se devi sempre creare tiri con poco vantaggio. È venuto fuori il nostro essere sempre collaborativi nel terzo quarto: ero consapevole che potevamo far bene. La chiave è stata soprattutto la difesa. Siamo riusciti a mantenere equilibrio, all’inizio eravamo un po’ troppo frenetici. La prova è da squadra che sta diventando matura ma ora dobbiamo resettare totalmente e pensare a gara2”.

TABELLINO   –   OMEPS AGRIVIT AFORA BATTIPAGLIA-TODIS SALERNO 64-71 (20-11; 38-26; 46-49)

BATTIPAGLIA: Logoh 8, Lombardi 9, Seka ne, Mazza 13, Feoli ne, Chiapperino, Dione 6, De Feo 8, Susca, Bona 15, Chiovato, Milani 5. All: Di Pace.

SALERNO: Valerio 9, Orchi 16, Semenchuk ne, De Mitri 6, Ghiran ne, Datsko 14, Mancuso 2, Opacic 13, Voloshyna 6, Scala 5, Scolpini, Capriati ne. All: Russo.

Arbitri: Leggiero-Pezzella.

post

Finale playoff, gara1 alle porte: “Vogliamo fare bene”

È arrivato il momento della finale regionale playoff di Serie B femminile. La Todis Salerno ’92 domani sera – sabato 7 maggio – farà visita alla Omeps Agrivit Afora Battipaglia per gara 1: appuntamento alle 20 al PalaZauli con la direzione arbitrale dei signori Luca Leggiero di San Tammaro e Stefano Pezzella di Arzano.

Al pari delle granatine, vittoriose in semifinale contro la Virtus Academy Benevento, anche le battipagliesi hanno chiuso la pratica in due partite nel turno precedente, eliminando la Partenope Sant’Antimo. Sarà partita importante ma, ovviamente, non decisiva. Giovedì alle 20:30 ci sarà gara 2 al PalaSilvestri (20:30) e poi, eventualmente, gara 3 ancora al PalaZauli sabato 14 maggio. Insomma, una serie che Camilla Valerio e compagne proveranno a non steccare per continuare il lungo e tortuoso percorso verso la Serie A2 anche con il concentramento interregionale successivo. Non è affatto facile la missione per la squadra di coach Aldo Russo, sconfitta due volte su due dalle battipagliesi in regular season.

“Di sicuro siamo dove volevamo. Puntavamo alla finale in un percorso bello lungo, che ci ha visti affrontare diverse problematiche che abbiamo saputo fronteggiare bene, con grande unità e soprattutto sempre con il supporto della società – afferma l’allenatore – Sappiamo che sarà una serie dura contro una squadra che usa bene il corpo e ha maturato esperienza di A2. Non abbiamo mai affrontato Battipaglia al completo, ora lo siamo ed abbiamo fiducia. Tengo a ringraziare tutto lo staff che sta supportando il nostro cammino. Vogliamo questo extra effort tutti insieme, per cercare di provare a dire la nostra in gara1. Può essere una serie che arriverà al meglio delle tre ma, con la consapevolezza di avere più allenamenti e più chimica rispetto alla stagione regolare, sappiamo di poter dire la nostra. La posta in palio è alta, bisognerà essere bravi a rompere la formula avversaria ed arginare le giocatrici chiave di Battipaglia. Al Palazauli non è mai facile, servirà lucidità per una prova che ci porti a capire il momento giusto per effettuare le scelte decisive. Ci stiamo preparando al meglio, veniamo da una settimana di ottimo lavoro di squadra, le ragazze si stanno impegnando tantissimo nel cercare di essere efficaci. Vogliamo fare bene”.

post

Playoff, granatine in finale: liquidata la pratica Benevento in gara2

La Todis Salerno ’92 va in finale playoff del suo girone. Le granatine di coach Russo chiudono la pratica Soel Virtus Academy Benevento in gara 2, espugnando il PalaParente con un convincente 50-78, dopo la vittoria più risicata (58-52) di gara 1. Prestazione sostanziosa di Valerio e compagne, che approdano con merito al turno successivo del lungo percorso verso un posto in A2.

Al pronti-via, canestro con fallo subito di Orchi – notevole il suo apporto – che completa il gioco da tre punti e avvia un parziale di 7-0. A metà periodo è 4-15: fluida la manovra offensiva, agonisticamente intensa quella difensiva. Da playoff. Datsko mette altri quattro punti in sospensione (ne farà 25 alla fine, top scorer), attaccando il canestro in modo esemplare. Scala dà il suo contributo a fine periodo per il 6-22 del 10’. Alla ripresa il coast to coast di Voloshyna è da manuale: anticipa Secka e vola a canestro. Scala fa +20, poi per quasi 3’ nessuno segna e allora è ancora la solita Datsko a inventarsi l’assist giusto per Opacic. Poi, l’ucraina si mette in proprio e fa 6-31 dalla distanza. Al 16’ Secka rompe l’incantesimo sannita, ma Scolpini ristabilisce le distanze raccogliendo un tentativo di tripla corto di Datsko. La Soel rosicchia con D’Avanzo e Armenti. Tripla di capitan Valerio (13-36) a 60” dall’intervallo lungo; Voloshyna la imita al penultimo attacco. In mezzo, segna Piedel. Prima della pausa un colpo all’occhio destro mette fuori per un po’ Valerio e si va al riposo sul 17-40. Scala lotta sotto canestro e buca per la prima volta la retina nel terzo periodo. Salerno continua a difendersi ordinatamente e le padrone di casa provano a non disunirsi: alla prima palla persa dalle granatine, minuto 25, Piedel mette la tripla del 22-46. La Todis accelera in maniera decisiva e Datsko si scatena ancora: due bombe intervallate dalla combinazione con De Mitri – prova di gran sacrificio la sua – ne certificano la serata di grazia e con dieci punti di fila manda le sue alla mezzora sul +25 (25-60). Nel quarto periodo le percentuali da tre si alzano su ambo i fronti (De Mitri due volte, Voloshyna, ancora Datsko e Piedel danno dimostrazione delle loro capacità) e Salerno tocca anche il +40, cedendo però qualcosa nel finale, in preda alla stanchezza. Finisce 50-78. Ora la testa al prossimo turno contro la vincente fra Partenope Sant’Antimo e Battipaglia che metterà in palio un posto al concentramento interregionale, dove se la vedrà dapprima con la vincente del girone umbro-toscano e poi eventualmente con quella del girone laziale-abruzzese.

Coach Russo è ovviamente soddisfatto: “Complimenti alle ragazze, hanno messo in pratica tutto il piano partita, ovvero limitare contropiede e corsa di Benevento. I 6 punti subiti nel primo quarto e gli 11 del secondo dicono tutto. Abbiamo avuto calma e lucidità in attacco, mentre in gara 1 la prova era stata nervosa e con mancanza di chimica: più allenamenti facciamo, più c’è tempo di migliorare meccanismi basilari. Abbiamo disattivato completamente Piedel e Secka, nel finale ho dato spazio a tutte sul +40 perché lo meritano, però abbiamo un po’ abbassato la guardia e non possiamo permettercelo, pensando alla finale. Ma la partita parlava chiaro in precedenza per la differenza espressa sul campo. Onore a Benevento che ci ha dato filo da torcere, però penso sia venuta fuori la capacità della nostra squadra di saper stare in campo. Un grazie va alla società che ci ha permesso di stare qui”.

TABELLINO   –   SOEL VIRTUS ACADEMY BENEVENTO-TODIS SALERNO 50-78 (6-22; 17-40; 25-60)

BENEVENTO: Piedel 14, Iarrusso, Uniti, Romano 2, Lafranceschina, Secka 7, Ucci 3, De Tata, Armenti 12, D’Avanzo 6. All: non presente (Musco squalificato). SALERNO: Valerio 3, Orchi 11, Semenchuk, De Mitri 8, Datsko 25, Mancuso, Opacic 10, Globyte, Voloshyna 8, Scala 9, Scolpini 4, Capriati. All: Russo