post

De Mitri, compleanno e riconferma: “Ottavo anno in una grande famiglia”

Compie 25 anni in un 27 giugno pienamente estivo, con l’inizio della stagione che sembra ancora lontano ma Alessia De Mitri è già proiettata a quel che accadrà tra un paio di mesi. Il capitano non lascia, non raddoppia, soffia sulle candeline e per regalo riceve la riconferma. Sale all’ottavo piano e resterà pedina importante nello scacchiere della Sirio Salerno Basket ’92 di coach Visnjic che sta nascendo.

“Per me sarà l’ottavo anno in una grande famiglia, ormai inutile ribadire che mi sento parte integrante di questa società a tal punto da sentirmi una salernitana d’adozione grazie all’affetto e la fiducia riservatami dalla mia presidente Angela Somma. – ha detto De Mitri, originaria di Brindisi – Ho parlato con il nuovo coach, è stato un grandissimo giocatore e porterà di certo tutta la sua esperienza anche nel ruolo di allenatore. Sappiamo che darà una grande attenzione all’aspetto mentale e speriamo di ottenere i risultati che proprietà e dirigenza vogliono”.

Quest’anno con la Sirio Salerno ’92 De Mitri taglierà auspicabilmente il traguardo delle 200 presenze in prima squadra tra Serie A2 e B. Sarebbe un bel traguardo per la giocatrice che prenota, al solito, la casacca numero 7. È ferma a quota 191 e sarebbe bello arrivare a questa cifra tonda con un campionato importante. “È l’auspicio di tutti. – dice la… giovane veterana – Dovremo lavorare sodo: fatica e cambiamenti non mi spaventano, sono pronta a questa nuova avventura portando con me tutti gli insegnamenti ricevuti anche nelle precedenti annate. Ci prepareremo col giusto spirito a un’annata molto competitiva. Come dice il vicepresidente Pacifico, ‘se po’ fa’ e noi non vediamo l’ora”.

post

Nasce un Sorriso Salerno, exploit anche a Catanzaro

La Nasce un Sorriso Salerno ’92 si conferma in vetta alla classifica di B femminile ed espugna il PalaCorvo. Contro l’Edilizia Innovativa Catanzaro Centro Basket finisce 36-62 al termine di una gara che ha evidenziato ancora una volta l’abilità difensiva delle granatine, brave anche a soffrire nel momento di prolungata sterilità offensiva evitando il rientro avversario. Salerno porta a casa un successo importante dalla Calabria ed ora guarda alla prossima: sabato 18 febbraio tra le mura amiche del PalaSilvestri arriverà l’Immensive Sant’Antimo, attualmente quarta in graduatoria.

La sfida. Avvio sornione, c’è la scossa con la tripla di De Mitri per il +5 (2-7), poi la rimonta delle locali e la contro-reazione di Salerno ancora grazie a De Mitri dalla distanza: primo parziale 7-14. Si torna sul parquet con Scala subito a segno. Tre minuti di digiuno per entrambe le squadre, poi Opacic ruba palla e allunga, Avenia accorcia. Poco lucide le granatine sotto canestro, attente però in difesa. Il punteggio resta basso fino a metà periodo, quando De Mitri insacca la bomba del 9-21. Seguono la quarta tripla del capitano, con due imitazioni di Lucchesini e canestro di Orchi per l’allungo dell’11-32 di metà gara. Due minuti a retine inviolate alla ripresa, poi segna Riccotti. La risposta di Salerno è con Jamal Eddine (10 punti finali all’esordio in granata), con in mezzo altri quattro punti di Riccotti. È 17-40 al 25’. Avenia accorcia e la Nasce un Sorriso spegne la luce per qualche minuto; Russo chiama timeout e si arrabbia ma al rientro le calabresi rosicchiano ancora con Codispoti e Avenia dalla lunetta. La tripla di Riccotti completa il parziale di 13-0 negli ultimi 5’ del terzo quarto. Ultima interruzione sul 28-40. Il quarto periodo porta un altro minuto e mezzo di digiuno. È Carosio a rompere l’incantesimo, seguita da una super De Mitri. Cinque su sei da tre per lei. A 5’ dalla sirena Salerno è a +22 (31-53). Mette la firma pure Valerio da fuori, cosicché la partita si incanala verso un finale con meno affanni di quanti nel terzo quarto avevano contraddistinto un tentativo significativo di rimonta avversaria. Termina 36-62.

“Sapevamo di dover fare una prova più difensiva rispetto al solito, direi che il piano partita ha funzionato alla grande – sottolinea coach Russo – Bisogna dare grande merito alle ragazze che nei primi due quarti hanno subito solo 11 punti, un’anomalia rispetto al buon basket che Catanzaro ha sempre espresso. Abbiamo trovato ottime soluzioni di squadra e siamo riusciti ad andare avanti. All’intervallo c’era da temere il tentativo avversario di rientro a qualsiasi costo e c’è stato: nel terzo quarto non l’abbiamo gestito subito, forse più per l’ansia di non riuscire a segnare. Catanzaro ha alzato l’intensità difensiva, ci ha messo fisicità e noi abbiamo fatto più fatica a gestire i cambi difensivi che avevamo attaccato con profitto nella prima metà di partita. Nonostante tutto abbiamo mantenuto la distanza di sicurezza e, quando abbiamo ricominciato a muovere bene la palla e a leggere in anticipo le loro scelte difensive, ci siamo nuovamente portati in allungo”.

TABELLINO –  EDILIZIA INNOVATIVA CATANZARO-NASCE UN SORRISO SALERNO 36-62 (7-14; 11-32; 28-40)

CATANZARO: Diop ne, Codispoti 8, Bentornato 2, Giovinazzo, Gagliardi, Avenia 8, Macello 6, Li Calsi, Villanueva 1, Fazzari, Riccotti 11, Calabrese. All: Chiarella.

SALERNO: Valerio 10, Orchi 2, Scala 4, De Mitri 15, Carosio 9, Opacic 2, Dione 2, Lucchesini 8, Scolpini, Jamal Eddine 10. All: Russo.

Arbitri: Caputo-Fontanella Molea

post

Trasferta a Potenza per le granatine: “Voglia e consapevolezza in un match complicato”

Terza giornata di campionato per la Nasce Un Sorriso Salerno ’92 e seconda trasferta consecutiva. Le granatine di patron Angela Somma saranno di scena domani, sabato 22 ottobre, in casa della Basilia Basket Potenza: palla a due alle 19 al PalaPergola con l’obiettivo di riscattare il ko di lunedì maturato sul parquet della New Basket Agropoli. Dirigeranno l’incontro i signori Vincenzo Costagliola di Scafati e Luca Mogavero di Bellizzi.

Le lucane sono a punteggio pieno a quota 4. Hanno battuto Casalnuovo alla prima giornata tra le mura amiche, poi sono state corsare a Marigliano. Per Salerno, invece, solo i primi due punti conquistati proprio contro le mariglianesi. Si affronteranno le due migliori difese del torneo di B femminile: 92 punti subiti da Potenza, 94 dal team allenato da Aldo Russo. “Sappiamo che sarà un match complicato, ma abbiamo tanta voglia di riscatto. Veniamo da una partita dispendiosa dal punto di vista fisico ed in cui abbiamo comunque dimostrato idee e carattere, contro una squadra ben attrezzata. Potenza si è rinforzata rispetto alla scorsa stagione e dovremo fare attenzione – le parole di Alessia De Mitri – In settimana abbiamo lavorato molto bene, analizzando tutti gli aspetti che ancora sono da migliorare; nello stesso tempo abbiamo consapevolezza del nostro valore e di essere un gruppo comunque unito, che sa dove vuole e dove può arrivare. Il percorso dobbiamo costruircelo noi attraverso vari step e la capacità di gestire bene i singoli momenti della gara: ce ne sono alcuni in cui puoi essere più in difficoltà ed altri nei quali devi accelerare. Siamo mentalizzate e cariche, l’obiettivo è dare tutto e provare a portare a casa il massimo dal prossimo impegno”.

post

De Mitri resta in granata: “Sogno salto di categoria con questa maglia”

Certi amori non finiscono. E non hanno neppure bisogno di fare giri immensi per tornare. Ecco la prima conferma in vista della stagione sportiva 2021/22: Alessia De Mitri ha rinnovato il contratto con le granatine anche per la prossima annata in Serie B. L’atleta brindisina classe 1998 giocherà per la sesta stagione alla corte di patron Angela Somma, con un’interruzione di due anni. Arrivata giovanissima nel 2014 in Campania, De Mitri è ormai parte integrante della famiglia Salerno Basket ’92.

“Sono felicissima di vivere un altro anno tra le mura domestiche. – ha detto dopo la firma – Sicuramente porto con me sensazioni positive, come ogni anno, sperando di poter disputare un campionato di alta classifica per poi cercare di ottenere il salto di categoria. Ma l’ambizione più grande è quella di ritornare a giocare presto in un ambiente ‘normale’, con la presenza del pubblico sugli spalti. Abbiamo bisogno di essere sostenute e che la realtà della pallacanestro femminile possa espandersi a Salerno. Obiettivi personali? Migliorarsi, sempre. Soprattutto alcuni aspetti del gioco come letture di varie situazioni per poter concretizzare i vantaggi ottenuti e poter contribuire al meglio nel team”.