post

Duran trascina Salerno, vittoria contro Ad Maiora Taranto

Felice esordio tra le mura amiche del PalaSilvestri per la Todis Salerno Basket ’92, che supera l’Ad Maiora Taranto per 61-54 nella seconda partita della stagione. Straordinaria la prestazione della venezuelana Mariana Duran, autrice di 28 punti e di una prestazione eccellente anche in fase difensiva.

Inizio in leggera difficoltà per la squadra di casa che fatica a fare la guardia sulle triple di Giorgino, ma si riassetta con un tempestivo timeout di Forgione e rimette in equilibrio la gara prima della seconda frazione, concludendo il primo quarto in vantaggio 13-12. Problemi anche nella prima metà di secondo quarto, quando la Todis si dimostra troppo pigra sulle transizioni della squadra pugliese e va sotto di 7 punti. Ci vuole un altro timeout per correggere la situazione: le ragazze di Salerno tornano in campo con molta più decisione e recuperano con una serie di giocate di peso da parte di Giulivo. Si va all’intervallo lungo sul 34-31, grazie al canestro sulla sirena orchestrato da Duran e messo a segno da Giulivo. Nel terzo periodo la Todis accelera e arriva fino al +14, complice una Gomez che impatta bene la frazione. Alla mezzora è 49-40, con le pugliesi che riescono a tenere in vita la partita fino all’ultimo periodo. Tentativo di rimonta ospite che riesce solo parzialmente negli ultimi dieci minuti: Taranto arriva a -5 ma Salerno gestisce saggiamente i possessi e riesce a portare a casa una vittoria fondamentale.

Soddisfatto coach Forgione: “Dovevamo vincere e l’abbiamo fatto, altrimenti saremmo entrati in un brutto tunnel. Sono contento per la prestazione delle ragazze contro una squadra, l’Ad Maiora Taranto, a cui vanno fatti i complimenti. Vincere fa bene, veniamo da un’annata piena di flussi negativi e siamo contenti di aver iniziato a voltare pagine. Le ragazze hanno approcciato bene alla gara, sotto l’aspetto difensivo nel primo quarto mi sono piaciute di più. Molto bene nel finale di terzo quarto e nell’ultimo periodo a gestire le azioni d’attacco. Duran? Ha giocato una grossa partita, lei sapeva di non aver fatto il massimo alla prima e oggi ha dimostrato di essere una grande giocatrice. È un piacere allenarla”.

TABELLINO – TODIS SALERNO ’92-AD MAIORA TARANTO 61-54 (13-12; 34-31; 49-40)

SALERNO: Paradisi 5, Cenerini 1, Galizia ne, Gomez 8, Cragnolino 2, Martella ne, Giulivo 13, Puppo ne, Van der Linden 2, Duran 28, Scolpini 2, Di Maio ne. All: Forgione.

TARANTO: Giorgino 10, De Mitri 2, Caminiti, Palmisano 10, Lacitignola 7, Ciminelli 11, Tolardo 2, Boccadamo 12, Cimmino ne, Capriulo ne. All: Palagiano.

Arbitri: Procida-Picardo.

post

A Matierno arriva l’Ad Maiora Taranto dell’ex De Mitri

Dopo la sconfitta sul campo della Givova Ladies Scafati per 59-54, la Todis Salerno Basket ’92 cerca riscatto alla prima casalinga. Domani sera – sabato 19 ottobre – al PalaSilvestri le granatine ospiteranno l’Ad Maiora Taranto. Palla a due alle 19:30, con ingresso gratuito, come di consueto. Alfonso Procida (San Cipriano Picentino) e Davide Picardo (Baronissi) sono i direttori di gara designati a dirigere l’incontro.

“È stata una settimana abbastanza intensa, in cui abbiamo provato a correggere ciò che non è andato nella partita d’esordio contro Scafati. – dice coach Forgione – Ci attende la prima partita in casa nostra e sarà importante approcciare bene alla gara, senza mai sottovalutare Taranto. Sarà fondamentale gestire i falli ed avere meno fretta nei possessi in attacco, modulando al meglio il ritmo partita”.

Tutte a disposizione, le atlete della Todis, concentratissime in settimana durante gli allenamenti. A Matierno domani Gomez e compagne troveranno di fronte anche l’ex di turno Alessia De Mitri, per quattro stagioni alla corte di patron Somma in Campania tra il 2014 e il 2018. “Taranto ha un roster di tutto rispetto, composto sia da giocatrici molto giovani che senior, ma tutte con ambizioni molto importanti. Non dovremo abbassare la guardia”, la chiosa di Andrea Forgione. La Todis cerca il primo acuto e chiama a raccolta gli appassionati, con l’obiettivo di fare una stagione diversa dalla precedente.

post

Esordio amaro per la Todis, vince Scafati 59-54

Esordio amaro in campionato per la Todis Salerno ’92. Sul parquet del PalaGalvani di Angri, le granatine cedono alle padroni di casa della Givova Ladies Scafati 59-54 al termine di una partita molto equilibrata. Decisivo l’ultimo minuto e mezzo di gioco, con Salerno fiaccata dalle uscite per cinque falli di Van Der Linden prima e Duran poi.

“Siamo andati a intermittenza. La squadra è partita contratta, poi piano piano ha iniziato a giocare meglio, trovando qualche canestro da fuori che le ha dato fiducia. – il commento di coach Andrea Forgione al termine del match – Tra problemi di falli e ossigeno che non è arrivato più a cervello, nell’ultimo periodo abbiamo giocato male alcuni possessi, sia in attacco che in difesa. Considerando che lavoriamo da un mese e per il cinquanta per cento la squadra è nuova, direi che siamo comunque sulla strada giusta per quanto fatto vedere, nonostante la sconfitta. Bisogna solo continuare a lavorare per essere più lucide, specialmente nei minuti finali di partita”.

Duran, Giulivo, Gomez, Cragnolino e Van Der Linden nello starting five di Forgione, al cospetto di una squadra esperta e con un roster di over un po’ più lungo. Scafati parte meglio, con un paio di potenziali strappi nei primi dieci minuti che la Todis riesce però a controllare, tenendo il punteggio sempre sul filo. Il terzo quarto dà l’occasione alle ospiti di sgommare: a metà periodo Salerno va sul +9 (33-42), ma non gestisce benissimo la partita e forzando troppo la giocata, invece di provare ad addormentare la gara, giocando sui 24 secondi. Qualche errore sotto canestro e lo spirito mai domo di Scafati, fa riavvicinare le padrone di casa. Alla mezzora la Todis è sopra di tre punti. Nell’ultimo quarto, il peso dei falli si abbatte su Van Der Linden prima e Duran poi. Entrambe erano già a quota 3 nel secondo quarto, incappano nei rispettivi quinti in poco tempo e vanno fuori anzitempo. La venezuelana si era alternata, nel corso del match, a una Paradisi davvero in palla, al rientro ufficiale dopo un lungo infortunio. Nel finale, Scafati prende fiducia e si va sul punto a punto fino ai novanta secondi finali che premiano le arancionere.

“Era una partita alla portata, ma non dobbiamo fare drammi. Riteniamo sia solo un incidente di percorso. – dice il ds Aurelio De Sio – In determinati frammenti di gara è mancata la capacità di gestire in maniera oculata il pallone. Abbiamo provato a chiudere la gara e ad allungare già al terzo quarto, ci è andata male. Onore a Scafati che non ha mai mollato. Non disperiamo, la squadra c’è ed è viva, deve solo maturare un po’ nei momenti topici”. Sabato prossimo, 19 ottobre, il primo esame casalingo della stagione: al PalaSilvestri (ore 19:30, ingresso gratuito, le granatine ospiteranno l’Ad Maiora Taranto dell’ex De Mitri.

TABELLINO   –   GIVOVA FREE BASKETBALL SCAFATI-TODIS SALERNO 59-54 (19-20; 29-32; 40-43)

SCAFATI: Glielmi, Carotenuto ne, Iozzino 8, Manna, Garcia Leon 10, Panteva 11, Codispoti 4, Berardi 7, Sapienza 15, Stoyanova 2, Pastena 1, Corbani ne. All: Ottaviano.

SALERNO: Paradisi 6, Cenerini 4, Galizia ne, Gomez 13, Cragnolino 2, Martella 2, Giulivo 8, Puppo ne, Van der Linden 6, Duran 9, Scolpini, Iannaccone ne. All: Forgione.

Arbitri: Carotenuto-Sacco