post

Tre su tre, Todis in vetta da sola: a Matierno cade anche BK Stabia

Tre vittorie in altrettante partite. È una partenza sprint per la Todis Salerno ’92, che liquida anche la pratica Basket Stabia al PalaSilvestri (72-37) e può gioire per il primato in classifica in solitaria, dopo la sconfitta della Virtus Academy Benevento sul campo del Free Basketball ad Angri.

Senza l’infortunata Orchi, la Todis conferma l’ottimo avvio di stagione e migliora ancora il suo gioco. Capitan Valerio si prende la squadra sulle spalle e porta Salerno a condurre su un comodo +8 a metà quarto. Poi però Opacic è poco lucida sotto le plance e Castellammare torna all’attacco, chiudendo a -2 il primo quarto (13-11). La serba si riscatta da inizio secondo periodo, mettendo un buon canestro. Il capitano continua a dirigere l’orchestra e l’intesa con De Mitri è evidente. La brindisina sale in cattedra, guidando le sue al nuovo allungo. Break di 10-0 al 13’, ma le stabiesi restano in partita: importante la tripla di Sammarco a 60 secondi dall’intervallo lungo. A metà gara è 30-22. La Todis continua a spingere con l’aiuto di tutto il roster e semina le avversarie. Le rotazioni continue e lo spirito combattivo di tutte sono il segreto di coach Russo. Scolpini e Rizzati sono dentro la partita sempre, Opacic lascia nello spogliatoio la sua copia opaca dell’avvio di gara e lavora benissimo tutti i palloni, tra sportellate e anche qualche punto pesante. Valerio offre un cioccolatino da tre a Mancuso a metà terzo quarto, la giovane lo scarta e manda Salerno sul 45-29 al 25’. La palla circola bene e la difesa di casa è attenta. Anche De Nicolo – prestazione solidissima la sua – si iscrive al club delle cecchine a 2’:50” dalla mezzora con una tripla dall’angolo: nasce il +20 di Salerno che si trasforma in +22 (53-31) allo scoccare del 30’. Ci pensa Valerio. Terzo quarto in scioltezza, minuti nel bagaglio di esperienza anche per le giovani Capriati, Galizia, Ghiran e Coppola. Finisce 72-37.

Soddisfatto l’allenatore, Aldo Russo: “Non era una partita semplice nell’approccio, avevamo una rotazione in meno per l’assenza di Orchi e tutte erano chiamate a essere protagoniste contro una squadra molto aggressiva. Abbiamo un po’ pagato le percentuali basse all’inizio a livello mentale. Sotto l’aspetto difensivo continuiamo a tenere, all’intervallo ho chiesto alle ragazze di trovare un po’ di tranquillità al tiro e così è stato. Abbiamo 19 assist determinati da una grande difesa che ci ha aperto tanti contropiede. All’inizio abbiamo giocato fuori ritmo, avevamo fretta di voler concludere sui primi vantaggi. All’inizio abbiamo concesso troppe seconde opportunità a rimbalzo: dobbiamo stare attente, non sottovalutare nessuno e capire, come abbiamo fatto, che giocando il nostro basket possiamo trovare buone soluzioni sulle nostre certezze. Faccio i complimenti a tutte per aver superato una fase complicata in partita. Ora dobbiamo essere sempre concentrati e impegnarci anche in allenamento ad essere sempre esigenti con noi stessi, se vogliamo alzare l’asticella e affrontare nel modo giusto anche partite che si svilupperanno punto a punto”.

TABELLINO   –   TODIS SALERNO ’92-BASKET STABIA 72-37 (13-11; 30-22; 53-31)

SALERNO: Valerio 16, De Mitri 21, Ghiran, Galizia, Mancuso 9, Opacic 8, Coppola, Scolpini, Rizzati 6, Capriati 2, De Nicolo 10. Coach: Russo.

CASTELLAMMARE: Monda, Cannavale 2, Iozzino 5, D’Avolio 1, Somma, Sammarco 5, Scala C. 13, Scala M 2, Germano 6, Di Martino, Manna 1. Coach: Martone

Arbitri: Procida e Costagliola

post

Sabato c’è il Bk Stabia, Todis si carica da Malafemmena: “Dare continuità”

La Todis Salerno ’92 cerca ulteriori conferme dopo il brillante inizio di stagione. Le due vittorie in altrettante giornate del campionato di Serie B femminile tengono alto il morale del gruppo guidato da coach Aldo Russo. Non per questo, tuttavia, si vola eccessivamente con la fantasia: la stagione è lunga e assolutamente agli albori.

Lo scopo delle granatine è confermarsi sul piano del gioco, se possibile migliorare e ovviamente conquistare l’intera posta in palio anche nel prossimo turno, quando a Matierno arriverà il Basket Stabia. Palla a due sabato sera – 23 ottobre – alle 19:30 al PalaSilvestri, con ingresso gratuito (fino a esaurimento posti) consentito ai soli possessori di green pass. Dirigeranno l’incontro gli arbitri Alfonso Procida di San Cipriano Picentino e Vincenzo Costagliola di Scafati. La partita sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook “Salerno Basket ‘92”.

La parola chiave è continuità. Aldo Russo la scrive a caratteri cubitali sulla lavagnetta: “Riceviamo un avversario da rispettare, dobbiamo provare sempre a fare il nostro basket e mettere dentro quel che ci deve caratterizzare anche nella prossima gara, ovvero cinismo, capacità di leggere la partita e controllo del ritmo”. In dubbio l’impiego di Orchi, uscita malconcia dal match contro la Partenope. “Mi aspetto, come già a Sant’Antimo, un ulteriore passo in avanti delle ragazze che avranno più minuti. Alla squadra chiedo di riuscire ad avere ancora più fluidità in attacco. Teniamo alta la concentrazione: in casa dobbiamo costruire un cammino se possibile immacolato ed essere sempre pronti alle insidie di un torneo lungo”, l’appello finale dell’allenatore.

In settimana squadra, staff e dirigenza sono stati a cena insieme per augurarsi un buon inizio di stagione e compattare ulteriormente un gruppo già ampiamente in sintonia. Presso il ristorante Malafemmena, in via Roma a Salerno, la società presieduta da Angela Somma ha voluto ulteriormente dare un segnale: obiettivi importanti, da raggiungere però con umiltà e passo dopo passo, grazie al certosino lavoro settimanale e alla concentrazione giusta su ogni campo. “Un fortissimo in bocca al lupo alla squadra. Sono contentissimo della partnership, speriamo di festeggiare insieme tante vittorie”, l’auspicio di Alessandro Nazzaro, titolare di Malafemmena.

post

Vittoria a Sant’Antimo, il plauso di Russo: “Grande atteggiamento”

Buona anche la seconda. Dopo la vittoria larga ottenuta contro Catanzaro alla prima giornata del campionato di Serie B femminile, la Todis Salerno ’92 conferma il buon avvio di stagione e batte a domicilio la Partenope Sant’Antimo 34-59. Al PalaEdilgen le granatine di coach Russo sfoderano un’altra prestazione convincente, purtroppo macchiata dall’infortunio di Federica Orchi quasi al pronti-via. Nonostante l’uscita della talentuosa giocatrice viterbese, vittima di un colpo alla caviglia, Salerno ha tenuto sempre il naso avanti, reggendo ai tentativi di rientro locali.

“Grande prova di squadra, un plauso alle ragazze per l’atteggiamento avuto durante la partita. Nonostante l’uscita di Orchi non abbiamo mai mollato la presa: le senior hanno preso in mano la squadra ma le under che sono entrate hanno interpretato benissimo la partita sotto tutti i punti di vista, soprattutto in difesa”, il commento di un felice coach Aldo Russo. Il plauso alle più esperte, trascinate da capitan Valerio e soprattutto da De Mitri (21 punti, top scorer), oltre che per quanto fatto sul parquet, è per la grande responsabilità mostrata nella gestione di gara. Tanta serenità allea più giovani e i risultati si sono visti. “Avevamo preparato la partita per imbrigliare il gioco vicino canestro di Sant’Antimo, che spingeva molto su quello. Il piano partita ha funzionato, le ragazze ci hanno creduto molto, prendendo forza. – aggiunge Russo – Sono state brave ad attaccare l’uno contro uno e reggere la fisicità avversaria senza paura. Durante la partita abbiamo ovviamente anche retto il colpo al rientro della PSA; siamo sati bravi a non perdere lucidità, facendo il nostro gioco e continuando a sfruttare quello che il campo ci dava, giocando in maniera molto dinamica. Volevamo costringere Sant’Antimo a muoversi, ci siamo riusciti, abbiamo fatto bene. Sicuramente ci sono diverse cose ancora da sistemare ma questo è un grande step di crescita da cui dobbiamo pretendere ancora di più. Confido ancora in grandi margini di miglioramento”.

TABELLINO   –   PARTENOPE SANT’ANTIMO-TODIS SALERNO (8-16; 17-36; 28-44)

SANT’ANTIMO: Visone 10, Cillo 1, Mozzi 2, Gentile 5, Frattoni 3, Russo, Barra, Castronuovo 1, Zonda, Fedele 2, Atanasovska 8, Palacios 2. All: Serrao.

SALERNO: Valerio 17, Orchi, De Mitri 21, Galizia, Mancuso, Opacic 5, Coppola 2, Scolpini 5, Rizzati 6, Capriati, De Nicolo 3. All: Russo.

Arbitri: Vettone-Gensini

post

Domani trasferta a Sant’Antimo: “Giochiamocela con determinazione”

La prima trasferta della stagione è a Sant’Antimo per una Todis Salerno ’92 vogliosa di confermare quanto di buono fatto all’esordio in campionato contro Catanzaro. Domani sera, 16 ottobre, le granatine saranno di scena in casa della Scuola Fair Play Partenope. Palla a due alle 19, direzione dell’incontro affidata ai signori Raffaele Vettone di Caivano e Alessandro Gensini di Cercola.

Sant’Antimo, neopromossa in B, ha allestito un buon roster ed è stata capace di espugnare il campo della Ferraro Group Ariano Irpino alla prima giornata (61-74). Nelle file della Partenope milita anche Angela Castronuovo, ex di turno: per lei una fugace avventura a Salerno nella stagione 2016/17. “Sarà una partita sicuramente bella. Ci vedrà competere contro una buona compagine, che ha fatto degli innesti interessanti e notevoli rispetto al roster dello scorso anno. Ha aggiunto giocatrici di esperienza come Palacios, portandosi dietro la scia della felicità per la vittoria del campionato. – afferma Aldo Russo, coach della Todis Salerno ‘92 – Sicuramente ci troveremo di fronte una squadra con grande entusiasmo per la prima uscita casalinga. Bisognerà stare nella partita ed essere bravi a giocare sulle nostre caratteristiche. Le avversarie hanno punti di forza e dovremo arginarli facendo comunque il nostro basket, per confermare la nostra crescita. In settimana abbiamo lavorato molto per sistemare e automatizzare certi meccanismi che devono legarci sempre in qualsiasi situazione, siano esse stressanti oppure più semplici. Non vogliamo cali di concentrazione, questo è un campionato duro: a Sant’Antimo certamente non è una partita decisiva, ma dobbiamo giocarcela con determinazione e la consapevolezza di voler dimostrare il nostro valore su tutti i campi”.