post

A Benevento l’ultimo step della fase a orologio

L’obiettivo è chiudere in bellezza per poi concentrarsi sui playoff interni. La Sirio Salerno ’92 ha già in tasca la semifinale ma deve mettere un altro tassello per chiudere il secondo mini-ciclo della fase a orologio e confermare la sua imbattibilità. Domani sera alle 19:30 le granatine faranno visita alla De.Gen.Co. Benevento per il testacoda dei testacoda: mentre le ragazze di coach Visnjic non hanno mai perso, le sannite non hanno ancora conosciuto la gioia della vittoria. Palla a due al PalaParente di Benevent con la direzione arbitrale di Francesco Moriello (Marcianise) e Gabriele Daniele (Avellino).

Nicoletta Scolpini, a dispetto dei soli 24 anni, è ormai una veterana della società di patron Somma, oltre ad essere l’unica salernitana senior nel roster: “Ci aspetta l’ultimo incontro della fase ad orologio, vogliamo fare bene e non abbiamo intenzione di cedere il passo. Siamo concentrate sull’obiettivo partita e sull’imbattibilità stagionale che abbiamo costruito tutte insieme nelle gare giocate finora. Sono convinta che tutte possiamo contribuire alla causa, stiamo lavorando bene e siamo molto motivate. L’innesto di Takrou dà una carica in più a questo roster già competitivo e coeso. Christelle si è ben integrata nel gruppo fin dal primo momento, cestisticamente parlando e non. Noi continueremo a mettercela tutta per portare avanti i nostri obiettivi, sappiamo che la strada sarà ancora lunghissima”.

post

Espugnata Casalnuovo, Sirio Salerno ’92 sola in vetta: “Si respira aria di squadra”

La larga vittoria esterna sul parquet del Basket ’75 Casalnuovo, nonostante due assenze pesanti, il primato solitario in classifica nel girone B della Serie B femminile. Weekend niente male per la Sirio Salerno ’92: la formazione di patron Angela Somma è a punteggio pieno dopo le prime quattro giornate ed è in vetta da sola, dopo la sconfitta di Marigliano a Potenza. Vien da dire “undici su undici”, considerando il numero di partite complessivamente giocate (e tutte vinte) dalle granatine tra amichevoli pre-stagionali, Coppa Campania e campionato. Un gran bell’inizio per coach Visnjic.

Pur senza Silatsa ed Orchi, rimaste a riposo per smaltire alcuni lievi acciacchi, Salerno ha fatto ancora passi avanti al palasport di viale dei Cedri, dove la pratica Casalnuovo è stata liquidata con un convincente 44-85. In evidenza, oltre alla portoghese Oliveira, anche Roberta Tagliaferri e Fabiana Esposito: 16 punti e tre triple per la prima, 15 punti per la seconda. Per entrambe una prestazione di grande sostanza. L’allenatore ha dato spazio anche ad altre giovanissime come Alessandra Virgilio, Alessia D’Amico e Maria Quarello, che ha fatto registrare l’esordio assoluto in prima squadra. Soddisfazioni e sorrisi con l’occhio vigile delle più esperte, da capitan De Mitri a Valerio passando per il rendimento e il minutaggio in netta crescita di Nicoletta Scolpini (11 punti) e Carmen Scala (7).

Njegos Visnjic è visibilmente soddisfatto: “Nonostante le due assenze, la squadra è scesa in campo con la consapevolezza che bisogna sempre dimostrare il proprio valore in ogni occasione. Ho ricevuto grandissime risposte soprattutto dalle atlete che prima d’ora avevano giocato meno delle altre: hanno sfruttato al meglio la loro occasione e di questo sono contento, perché mi hanno fatto vedere di essere pronte a tenere il campo nel miglior modo. Anche le giovanissime hanno avuto la loro chance facendo buonissime cose. Ora continuiamo con questo ritmo di lavoro, con l’entusiasmo e l’energia che stiamo mettendo settimana dopo settimana. Si respira aria di squadra e unità, collezioniamo l’undicesima vittoria su undici partite tra precampionato, coppa e campionato. Non possiamo non essere tutti felici, dalla squadra al presidente”.

Il prossimo impegno per la Sirio Salerno ’92 è in programma sabato 25 novembre a Castellammare di Stabia.

TABELLINO   –  BASKET ’75 CASALNUOVO-SIRIO SALERNO 44-85 (13-20; 27-38; 32-62)

CASALNUOVO: Prete 5, Fe. Esposito 3, Gentile 15, Ricci, Evangelista 6, Gesuele, Colutta, Lepre 2, Fusco, Coppola 11, Manto 2. Coach: Scotto di Luzio.

SALERNO: Oliveira 19, Valerio 6, Scala 7, De Mitri 9, Tagliaferri 16, Fa. Esposito 15, D’Amico 2, Quarello, Virgilio, Silatsa ne, Scolpini 11. Coach: Visnjic.

Arbitri: Vettone-Donzelli

post

Prime conferme per la Sirio Salerno ’92: Nicoletta Scolpini ancora in granata

Sesta stagione con la casacca granata in vista per Nicoletta Scolpini, che sarà a tutti gli effetti la veterana – per militanza – del club caro a patron Angela Somma. Arriva la meritata conferma, la prima ufficiale per la Sirio Salerno Basket ’92: è il primo tassello su cui il nuovo coach Visnjic potrà contare nella prossima stagione.

“Quando si comincia?”, chiede la ventitreenne atleta salernitana. Indossare la casacca della squadra della propria città è sempre un onore ma anche una grande responsabilità. In questi anni Scolpini ha sempre risposto presente quando chiamata in causa: lo status è di dilettante, l’atteggiamento da professionista. “Sono molto felice di restare a Salerno anche per la prossima stagione, è il mio sesto anno qui e non potrei essere più contenta di essere l’unica salernitana nel roster. – afferma la giocatrice classe 2000 – L’epilogo dello scorso torneo ha lasciato tutti inevitabilmente con l’amaro in bocca, sarebbe stato bello ritentare l’impresa della promozione arrivando agli spareggi nazionali come nel 2022, penso però che anche questo sia servito: dalle sconfitte si impara e si può sempre migliorare. Non vedo l’ora di ricominciare a sudare e lottare per questa maglia e sono contenta che la società abbia deciso di contare ancora su di me. Punto a ripagare la fiducia del presidente e della dirigenza con il duro lavoro in mezzo al campo”. Un occhio al passato e uno al futuro per il nuovo torneo di B che la Sirio affronterà: “Ritengo doveroso ringraziare coach Russo per ciò che ha fatto per noi in questi splendidi tre anni e mezzo. Con lui sono migliorata molto. Senza il percorso comune non sarei la giocatrice che sono oggi. Detto questo, aspetto con ansia che arrivi settembre per iniziare a lavorare al meglio. Voglio mettere al servizio del nuovo allenatore questi miglioramenti e trovarne di nuovi grazie a lui. Il primo impatto con coach Visnjic è stato più che positivo e sono sicura che grazie a lui riusciremo a fare bene”.

post

Nasce un Sorriso Salerno, exploit anche a Catanzaro

La Nasce un Sorriso Salerno ’92 si conferma in vetta alla classifica di B femminile ed espugna il PalaCorvo. Contro l’Edilizia Innovativa Catanzaro Centro Basket finisce 36-62 al termine di una gara che ha evidenziato ancora una volta l’abilità difensiva delle granatine, brave anche a soffrire nel momento di prolungata sterilità offensiva evitando il rientro avversario. Salerno porta a casa un successo importante dalla Calabria ed ora guarda alla prossima: sabato 18 febbraio tra le mura amiche del PalaSilvestri arriverà l’Immensive Sant’Antimo, attualmente quarta in graduatoria.

La sfida. Avvio sornione, c’è la scossa con la tripla di De Mitri per il +5 (2-7), poi la rimonta delle locali e la contro-reazione di Salerno ancora grazie a De Mitri dalla distanza: primo parziale 7-14. Si torna sul parquet con Scala subito a segno. Tre minuti di digiuno per entrambe le squadre, poi Opacic ruba palla e allunga, Avenia accorcia. Poco lucide le granatine sotto canestro, attente però in difesa. Il punteggio resta basso fino a metà periodo, quando De Mitri insacca la bomba del 9-21. Seguono la quarta tripla del capitano, con due imitazioni di Lucchesini e canestro di Orchi per l’allungo dell’11-32 di metà gara. Due minuti a retine inviolate alla ripresa, poi segna Riccotti. La risposta di Salerno è con Jamal Eddine (10 punti finali all’esordio in granata), con in mezzo altri quattro punti di Riccotti. È 17-40 al 25’. Avenia accorcia e la Nasce un Sorriso spegne la luce per qualche minuto; Russo chiama timeout e si arrabbia ma al rientro le calabresi rosicchiano ancora con Codispoti e Avenia dalla lunetta. La tripla di Riccotti completa il parziale di 13-0 negli ultimi 5’ del terzo quarto. Ultima interruzione sul 28-40. Il quarto periodo porta un altro minuto e mezzo di digiuno. È Carosio a rompere l’incantesimo, seguita da una super De Mitri. Cinque su sei da tre per lei. A 5’ dalla sirena Salerno è a +22 (31-53). Mette la firma pure Valerio da fuori, cosicché la partita si incanala verso un finale con meno affanni di quanti nel terzo quarto avevano contraddistinto un tentativo significativo di rimonta avversaria. Termina 36-62.

“Sapevamo di dover fare una prova più difensiva rispetto al solito, direi che il piano partita ha funzionato alla grande – sottolinea coach Russo – Bisogna dare grande merito alle ragazze che nei primi due quarti hanno subito solo 11 punti, un’anomalia rispetto al buon basket che Catanzaro ha sempre espresso. Abbiamo trovato ottime soluzioni di squadra e siamo riusciti ad andare avanti. All’intervallo c’era da temere il tentativo avversario di rientro a qualsiasi costo e c’è stato: nel terzo quarto non l’abbiamo gestito subito, forse più per l’ansia di non riuscire a segnare. Catanzaro ha alzato l’intensità difensiva, ci ha messo fisicità e noi abbiamo fatto più fatica a gestire i cambi difensivi che avevamo attaccato con profitto nella prima metà di partita. Nonostante tutto abbiamo mantenuto la distanza di sicurezza e, quando abbiamo ricominciato a muovere bene la palla e a leggere in anticipo le loro scelte difensive, ci siamo nuovamente portati in allungo”.

TABELLINO –  EDILIZIA INNOVATIVA CATANZARO-NASCE UN SORRISO SALERNO 36-62 (7-14; 11-32; 28-40)

CATANZARO: Diop ne, Codispoti 8, Bentornato 2, Giovinazzo, Gagliardi, Avenia 8, Macello 6, Li Calsi, Villanueva 1, Fazzari, Riccotti 11, Calabrese. All: Chiarella.

SALERNO: Valerio 10, Orchi 2, Scala 4, De Mitri 15, Carosio 9, Opacic 2, Dione 2, Lucchesini 8, Scolpini, Jamal Eddine 10. All: Russo.

Arbitri: Caputo-Fontanella Molea